#InsiemePerLaPalestina: ad EducAid la gestione della distribuzione dei kit di prima necessità alle famiglie sfollate di Gaza

L’operazione militare Guardian of the Walls del maggio scorso nella Striscia di Gaza ha causato 260 morti e 2.200 feriti, tra cui almeno 685 bambini e bambine, alcuni dei quali dovranno convivere con disabilità permanenti. A causa dei bombardamenti, ad oggi ci sono ancora oltre 8.000 sfollati interni, principalmente coloro le cui case sono state distrutte o così gravemente danneggiate da essere inabitabili.

Grazie alla campagna #InsiemePerLaPalestina, la Piattaforma delle ONG Italiane in Medio Oriente e Mediterraneo ha affidato ad EducAid la gestione di 18.000 euro provenienti dalla generosa donazione dell’ISI – Istituto Sindacale Internazionale per l’acquisto e la distribuzione di kit con beni di prima necessità a 188 famiglie sfollate, individuate in stretto coordinamento con il Ministero dello Sviluppo Sociale palestinese dando priorità a nuclei familiari composti da donne capofamiglia o con persone con disabilità, anziani, malati cronici e neonati al loro interno.

Le famiglie hanno ricevuto beni materiali non deperibili; utensili da cucina (posate, pentole, bicchieri, piatti, sacchi, catino), taniche di acqua, fornellino a gas e lanterne a pannelli solari.

Ricordiamo che la raccolta fondi continua con le seguenti modalità:

– bonifico bancario sull’IBAN IT37E0103001633000063232384 / causale: Insieme per la Palestina

– donazione diretta dal sito dedicato https://insiemeperlapalestina.org/

– attraverso Facebook al link: https://www.facebook.com/donate/1210545176030916/4020955334659201/

 

Gabriele Ciccarelli

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

venti − 15 =