INES – Buone pratiche di inserimento lavorativo in Palestina

Oggi avremmo dovuto essere al Festival delle Culture di Ravenna per presentare il progetto INES, un programma di inclusione socio-economica per donne con disabilità in Palestina, realizzato in collaborazione con la Regione Emilia Romagna e la partnership del Comune di Ravenna.
Il festival è stato annullato per l’emergenza alluvione e nel rinnovare la nostra sentita vicinanza alla città e a tutta la popolazione colpita, ci teniamo ad illustrare le finalità del progetto di cooperazione internazionale che sulla solidarietà fonda la sua ragion d’essere.
Le azioni proposte da INES promuovono infatti attività di empowerment per donne con disabilità in Cisgiordania e nella Striscia di Gaza, donne che si trovano ad affrontare nella loro quotidianità una tripla sfida: lo stigma della propria disabilità in un contesto scarsamente inclusivo, la vita sotto occupazione militare ed una società di stampo fortemente patriarcale.
In particolare è stato implementato uno sportello “Help Desk” specifico e gestito da donne con disabilità precedentemente formate, per fornire un percorso individuale di orientamento al lavoro e formazione professionale.
Ad oggi sono oltre 120 le donne con disabilità che hanno fruito del servizio, 80 sono state formate per la ricerca lavoro e 16 hanno iniziato un tirocinio formativo.
Grazie al contatto con imprese private, cooperative e associazioni per l’attivazione degli stage, le addette all’Help Desk hanno avuto l’opportunità, inoltre, di sensibilizzare gli attori coinvolti sul tema dei diritti delle persone con disabilità, assicurandosi che i luoghi di lavoro fossero, o ci si impegnasse a farli divenire, spazi accessibili e inclusivi.

Michela Fabbri

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

uno + 19 =