Gaza: un aiuto immediato a chi ha perso tutto

Siamo sgomenti per la situazione di emergenza umanitaria che si sta consumando nella Striscia Gaza con conseguenze di portata catastrofica sulla popolazione civile, già stremata da decenni di occupazione. Da oltre vent’anni operiamo in quel territorio martoriato portando a compimento progetti di grande importanza per i più deboli, tra cui le persone con disabilità che hanno trovato nel Centro per la Vita Indipendente, realizzato assieme alla RIDS, un punto di riferimento per l’accesso a servizi essenziali e per l’inserimento nel mondo del lavoro.
Ora tutto quanto è svanito sotto i bombardamenti insieme alla vita e alla speranza di futuro di colleghi, operatori, utenti. Ci sentiamo impotenti davanti a tanto dolore e tanta distruzione, ma continueremo in tutti i modi e con tutti gli strumenti che abbiamo a disposizione a sostenere i collaboratori che hanno subito gravissimi lutti tra i familiari e perso la loro casa, così come i beneficiari dei nostri progetti.
Abbiamo aperto una raccolta fondi allo scopo di inviare risorse immediatamente disponibili da impiegare per i bisogni più urgenti: acqua, cibo, farmaci, ausili. Tutti coloro i quali volessero unirsi a noi potranno farlo con un versamento sull’Iban: IT24U0623024202000043528451 – causale Emergenza Gaza (ricordiamo che le erogazioni liberali sono deducibili dalla denuncia dei redditi).

Tutti coloro che volessero unirsi a noi potranno farlo con un versamento sull’Iban: IT24U0623024202000043528451 – causale Emergenza Gaza (ricordiamo che le erogazioni liberali sono deducibili dalla denuncia dei redditi).

Grazie di cuore

#gaza #emergenzagaza #palestina #disabilità

Michela Fabbri

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

18 − diciassette =