educaid.it

Paese: El Salvador

Finanziatore: Ministero Affari esteri-DGCS, Università di Bologna – Facoltà di Scienze della Formazione

Periodo: ottobre 2009 – ottobre 2011

Area tematica: inclusione socio-educativa di minori con bisogni speciali

Partner locale: MINED (Ministero dell’Educazione Salvadoregno)

Obiettivi generali: attivare un progetto di educazione inclusiva all’interno del sistema scolastico e formativo in El Salvador; contribuire alla qualificazione professionale dei docenti sulla tematica dell’educazione generale e su quella inclusiva in particolare; contribuire a una maggiore sensibilizzazione delle istituzioni che si relazionano al sistema educativo salvadoregno e anche dell’opinione pubblica del Paese sulle tematiche dell’educazione scolastica con l’obiettivo di favorire l’inclusione sociale valorizzando il ruolo sociale della scuola; favorire l’accesso ai servizi educativi di base alla popolazione infantile disabile e socialmente esclusa e operare per la qualità del progetto educativo complessivo  rivolto all’infanzia in tutte le fasi di vita

Obiettivo specifico: contribuire a un significativo e duraturo aumento dell’offerta educativa, in termini quantitativi e qualitativi, a favore della popolazione di minori disabili e con svantaggi e vulnerabilità sociali in El Salvador

Beneficiari finali: 105 funzionari del MINED (Ministero dell’Educazione Salvadoregno), 22 dirigenti scolastici, 11 assessori pedagogici 72 insegnati, 3.500 studenti, 17.500 familiari della “Escuela Inclusiva Republica de Haiti”, delle 4 “Escuelas de la Red Escolar Efectiva con maestro itinerante”, 3 “Centros de Orientacion y Recursos”, 3 “Centros Escolares Integradores”, 5 “Centro de Desarrollo Profesional Docente”, i dirigenti e docenti delle 8 Università del paese coinvolte nella riflessione per un totale di 21.210 persone. I beneficiari indiretti saranno gli studenti e docenti salvadoregni che vedranno applicare un modello scolastico inclusivo in grado di rispondere ai bisogni speciali di tutti/e favorendo l’inclusione sociale e contribuendo alla lotta di fenomeni di emarginazione e violenza per un totale di 1.800.000 persone.

Il progetto in sintesi: a seguito dei positivi risultati raggiunti nell’esperienza pilota della Cooperazione Italiana in El Salvador “Realización de un complejo educativo inclusivo de tipo experimental” (a cui hanno contribuito numerosi esperti dell’Università di Bologna ), la Facoltà di Scienze della Formazione con il sostegno del MINED (Ministero dell’Educazione Salvadoregno), intende promuovere un modello di scuola inclusiva  per favorire la lotta all’esclusione sociale e per promuovere la valorizzazione delle diversità e delle buone pratiche locali attraverso l’empowerment delle istituzioni educative.

Secondo la prospettiva dell’educazione inclusiva, la scuola rappresenta il luogo dove si includono tutte le tipologie di diversità per favorire la partecipazione alla vita economica, sociale, culturale e politica della comunità da parte dei bambini e delle bambine a grave rischio di emarginazione sociale, determinata da situazioni di povertà e da discriminazioni  di natura socio-culturale e fisica. Attraverso l’educazione inclusiva è possibile superare l’handicap prodotto da deficit psico-fisico e da condizioni di grave svantaggio sociale per permettere l’accesso all’istruzione di tutte le bambine e bambini. Il progetto prevede attività di formazione per funzionari governativi e docenti al fine di sviluppare un modello di scuola inclusiva in El Salvador. Nel corso dell’iniziativa saranno realizzati workshops, sezioni formative e seminari tecnici in collaborazione con il locale Ministero dell’Educazione. È prevista anche la creazione di una piattaforma informatica per la formazione a distanza e la realizzazione di un osservatorio nazionale sulla rilevazione delle buone pratiche inclusive locali, la cui attività si inserisce nel piano strategico delle politiche educative nazionali.