educaid.it

I nostri parter in Italia...

A.I.F.O. (Associazione Italiana Amici di Raoul Follereau), ONG, è nata nel 1961 grazie all’azione di gruppi spontanei di volontari mobilitatisi nella lotta contro la lebbra e contro tutte le lebbre, cioè le forme più estreme di ingiustizia ed emarginazione. AIFO conserva oggi la sua dimensione popolare attraverso la presenza di decine di gruppi in tutta Italia e centinaia di volontari. I suoi ambiti d’intervento sono la prevenzione, cura e riabilitazione delle persone affette dal morbo di Hansen; interventi di sanità di base volti a garantire i servizi di base alle popolazioni delle aree più povere del pianeta; progetti di riabilitazione e reinserimento sociale per persone con disabilità realizzati attraverso l’approccio della Riabilitazione su Base Comunitaria-RBC; interventi per bambini in grave difficoltà che vivono condizioni di infanzia negata; percorsi educativi ed informativi per la costruzione di relazioni solidali e giuste tra i popoli, rispettose della diversità.

F.I.S.H. (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap) Onlus, costituita nel 1994, è una organizzazione ombrello cui aderiscono alcune tra le più rappresentative associazioni impegnate, a livello nazionale e locale, in politiche mirate all’inclusione sociale delle persone con differenti disabilità. Partendo dalla nuova visione bio-psico-sociale della disabilità, contrapposta ad un modello medico che per decenni ha reiterato pregiudizi e segregazioni, la FISH interviene per garantire la non discriminazione e le pari opportunità, in ogni ambito della vita. In quanto situazioni a maggior rischio di esclusione, la Federazione pone un’attenzione prioritaria alla condizione delle persone con disabilità complesse, non sempre in grado di autorappresentarsi, ed al supporto dei loro nuclei familiari.

D.P.I. (Disabled People’s International) Italia Onlus nasce il 16 Ottobre 1994, pur essendo il membro provvisorio di DPI sin dal 1990. Essa è composta da n. 14 Associazioni di promozione e tutela dei Diritti Umani e Civili delle persone con disabilità e delle loro famiglie, da Comitati Territoriali presenti in alcune Regioni italiane e da singole persone, con disabilità e non, che vi aderiscono come soci sostenitori. Possono farne parte, secondo quanto stabilito nel suo Statuto e da quello di DPI, solo le Organizzazioni che hanno, nel direttivo o tra i soci membri, la maggioranza di persone con disabilità.

NEXUS Emilia Romagna è l’istituto per la cooperazione allo sviluppo promosso dalla CGIL Emilia-Romagna. Costituito nel 1993, è stato riconosciuto come ONG dal Ministero degli Affari Esteri nel 2007. Nexus svolge attività di cooperazione internazionale per contribuire al miglioramento della qualità della vita e al rafforzamento delle istituzioni democratiche nel pieno rispetto delle diversità culturali e del principio di autodeterminazione dei popoli. Oggi Nexus è presente in Africa, nei Balcani, in America Latina, nei Territori Occupati di Palestina.

TERRE DES HOMMES Italia:Proteggere i bambini da ogni forma di violenza o abuso, garantire a ogni bambino il diritto alla salute, all’educazione e alla vita sono le ragioni stesse dell’esistenza di Terre des Hommes, da quando nel 1960 un gruppo di persone animate da Edmond Kaiser fece nascere a Losanna (in Svizzera) quello che oggi è uno dei più grandi movimenti al mondo per la difesa dei diritti dei bambini. Terre des Hommes Italia nasce nel 1989 e diventata Fondazione nel 1994. A Terre des Hommes lavora con progetti concreti, misurabili, costruiti su misura dei bambini e delle loro comunità. Oggi lavoriamo in 21 paesi, sosteniamo 74 progetti a stretto contatto con i nostri partner e impiegando quasi esclusivamente personale locale.

Il Comitato Italiano per l’UNICEF – Onlus (spesso abbreviato in UNICEF Italia) è parte integrante della struttura globale dell’UNICEF – Fondo delle Nazioni Unite per l’Infanzia, l’organo sussidiario dell’ONU che ha il mandato di tutelare e promuovere i diritti di bambine, bambini e adolescenti (0-18 anni) in tutto il mondo, nonché di contribuire al miglioramento delle loro condizioni di vita. Peculiarità dell’organizzazione è dunque di essere al tempo stesso Organizzazione non governativa (ONG) collocata nel panorama italiano del Terzo Settore, e rappresentante di un programma inter-governativo delle Nazioni Unite. In quanto ONG, l’UNICEF Italia gode anche dello status di Onlus – Organizzazione non lucrativa di utilità sociale. In armonia con il resto dell’organizzazione, anche l’azione dell’UNICEF Italia si ispira ai principi della Convenzione sui Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza e agli Obiettivi di Sviluppo del Millennio.

COSPE (Cooperazione per lo Sviluppo dei Paesi Emergenti) è un’associazione privata, laica e senza scopo di lucro. Fin dalla sua nascita, nel 1983, opera nel sud del mondo, in Italia e in Europa per il dialogo interculturale, lo sviluppo equo e sostenibile, i diritti umani, la pace e la giustizia tra i popoli. Cospe è oggi impegnato nella realizzazione di oltre 100 progetti in circa 30 paesi nel mondo.

AMANI che in lingua kiswahili significa “pace”, è un’ associazione laica che ha iniziato la sua attività nel 1995 insieme al missionario comboniano Renato Kizito Sesana. L’impegno di Amani a favore delle popolazioni africane è rivolto in particolare alla cura, all’educazione e alla crescita dei bambini più soli in Kenya, Zambia e Sudan. Organizzazione Non Governativa riconosciuta dal Ministero degli Affari Esteri, orienta  le sue attività seguendo due principi:
1. privilegiare l’affidamento e la gestione di ogni progetto e iniziativa sul territorio africano  a persone qualificate del luogo;
2. garantire una struttura organizzativa snella per contenere i costi a carico dei donatori.
Molti degli interventi di Amani nascono direttamente dall’ispirazione della Comunità di Koinonia, organizzazione africana profondamente radicata ed inserita nella realtà locale.

PEACE GAMES è l’Organizzazione non governativa creata dalla UISP nel 1990 per promuovere e sostenere le iniziative di aiuto umanitario e di cooperazione allo sviluppo, che i Comitati territoriali e le Leghe realizzano nei Paesi del Sud del mondo e dell’Est europeo. La missione di Peace Games è quella di valorizzare le potenzialità dello sport come strumento di crescita e di aggregazione al servizio delle società in via di sviluppo. I progetti realizzati e quelli in fase di preparazione propongono le attività sportive come veicolo di comunicazione e di convivenza nelle relatà lacerate da conflitti o come strumento di integrazione e di supporto ai processi educativi in atto nei Paesi in via di sviluppo. In questo senso si rivolge alle fasce tradizionalmente deboli come bambini, disabili o anziani, ma soprattutto ai giovani in quanto soggetti ricettivi in grado di moltiplicare e trasmettere messaggi positivi.