educaid.it
ceis

Chi siamo

è una associazione Onlus e Organizzazione Non Governativa riconosciuta dal Ministero degli Affari Esteri fondata nel marzo 2000, che oggi coinvolge associazioni...
Leggi tutto
140520-un_sms_per_la_pace_01600.1400242585

Facciamo rete

Insieme ad AIFO, DPI-Italia e FISH, EducAid ha costituito la R.I.D.S. (Rete Italiana Disabilità e Sviluppo) per valorizzare un patrimonio di esperienze e progetti che mettono al primo posto il rispetto dei diritti umani delle persone con disabilità...
Leggi tutto
homebanner3

La serata insuperabile

Martedì 21 febbraio 2017 dalla 19:30 a Santarcangelo di Romagna, EducAid è lieta di invitarvi alla serata insuperabile.
Leggi tutto

I nostri progetti

homeproject1

Oltre 12 progetti nel mondo

guarda sulla mappa dove Educaid svolge la sua attività
Leggi tutto
homenbanner

Donne in viaggio

Oltre le barriere della disabilità
Leggi tutto

Aiutaci a costruire un futuro migliore

Cerchiamo cuori coraggiosi

Perchè scegliere Educaid

icona1
Prevenire e ridurre, tramite il lavoro educativo e sociale, gli svantaggi e le difficoltà dei soggetti con bisogni speciali e con difficoltà sociali e culturali.
icona3
Favorire, tramite il lavoro formativo e il sostegno alla ricerca e alla sperimentazione, l’innovazione pedagogica e sociale, e lo sviluppo delle competenze...
icona2
Promuovere l’idea e la pratica della “community education”, che sottolinea la necessità di costruire un sistema formativo nel quale confluiscano tutte le risorse educative della collettività...
icona6
Promuovere il rispetto dei diritti umani con particolare riferimento ai diritti dei bambini e delle bambine, dei disabili e delle minoranze...
icona5
Promuovere e sperimentare attività e metodologie educative e formative volte a favorire l’uguaglianza delle opportunità e la valorizzazione delle differenze individuali e di gruppo.
icona4
Promuovere politiche orientate a un approccio di genere e alla valorizzazione delle diversità culturali ed etniche.

I nostri eventi

Cosa dicono di noi

Abbiamo vissuto in Palestina per molti anni e quando pensiamo ad EducAid l'immagine che abbiamo davanti non è un'immagine astratta, né una sigla, né un'organizzazione. Sono visi e nomi di amici che negli anni si sono susseguiti, Valerio, Luca, Riccardo, Yasser, Francesca, Isa, Simone e tanti tanti altri. Per noi EducAid è questo: persone, semplici persone che lavorano con altre persone, spesso con donne, con bambini, con gente con disabilità, con gente che spesso, non può' o non riesce a godere dei diritti che gli sarebbero propri. Durante l'ultima delle nostre collaborazioni con EducAid siamo stati invitati a restituire in forma fotografica, il nostro sguardo sulla condizione delle donne con disabilità in Palestina. Per due mesi abbiamo avuto il privilegio di venire accolti nelle case di decine di donne con disabilità, di ascoltare le loro storie, stringere amicizie, avere la possibilità di ritrarle e condividere tutto questo con voi. Avevamo intenzione di cercare di andare al di la degli stereotipi e dello stigma che accompagna, dalla nascita, la maggior parte di queste donne e concentrarci maggiormente sulle loro capacità e la loro voglia di emancipazione. Ma ciò che non ci aspettavamo era quanto questa esperienza abbia messo alla prova la nostra percezione sulla disabilità, di come noi stessi fossimo condizionati da certi stereotipi, la possibilità di rimettere in discussione alcune delle nostre convinzioni. E' stata un' avventura che ci ha profondamente toccati ed il coraggio, la forza e l'energia delle donne che abbiamo incontrato grazie ad EducAid ha lasciato un segno dentro di noi, un'esperienza che ci arricchisce e che ci porteremo dentro assieme alla forza e determinazione di queste grandi, magnifiche donne.
Ringrazio infinitamente EducAid per l’esperienza che mi ha permesso di fare coinvolgendomi nei suoi progetti in Palestina perché ho sentito profondamente che le nostre radici sono abbarbicate dentro di noi e continuano a vivere anche quando ci viene tolta la terra sotti i piedi. Oggi sono sempre più convinta che il futuro dell’umanità, del nostro pianeta e dell’universo intero dipende dalla capacità di donne e uomini di far sentire la loro voce e di far contare sulle loro capacità e dal lavoro comune per creare spazi di vita per tutti indipendentemente da dove siamo nati, dal colore della nostra pelle, dalla religione che professiamo, dalla nostra condizione di salute, etc.. EducAid mi ha insegnato che ognuno di noi è tutte le donne, tutti gli uomini e tutti i popoli.
Per chi milita per i diritti delle persone tutte contro ogni forma di segregazione e marginalizzazione, è fondamentale che la cooperazione internazionale si basi su due principi: coinvolgere direttamente le persone di cui si intende facilitare la vita e sostenerne l'empowerment a partire dalle esperienze positive di cui è portare il contesto stesso dell'ONG, ed al contempo investire nelle capabilities del territorio, ovvero garantire che parte significativa del budget progettuale sia effettivamente destinato alle persone ed alle comunità, e per la loro crescita in maniera autodeterminata. EducAid converge su questi presupposti in maniera convinta e li materializza in progettualità con la straordinaria capacità di trasformarla in vantaggio competitivo. "Advocacy" e "fare" trovano una sintesi ideale.”
EducAid realizza e sviluppa progetti di cooperazione educativa internazionale il cui il CEIS ritrova i suoi stessi riferimenti più profondi: fondamenti scientifici alti e certificati, l'educazione attiva, la cooperazione fra educatori, l'attenzione prima di tutto ai bambini con maggiori difficoltà come condizione di qualità per tutti.
Marco Togni
Sono fiero ed orgoglioso di collaborazione con EducAid per quanto stanno realizzando a livello socio-educativo in tante parti del mondo.

In primo piano